Calcolo mutuo: la guida online per risparmiare sulla rata

L’acquisto di una casa è spesso accompagnato dalla stipula di un mutuo ipotecario, di solito sottoscritto presso una banca o un istituto bancario. Questa è la formula preferita da tanti italiani rispetto all’affitto dell’abitazione che per questo sono alle prese con il calcolo mutuo e alla ricerca di una guida online per risparmiare sulla rata.

La soluzione del mutuo è preferita rispetto all’affitto perchè è possibile ottenere rate che corrispondono per lo più a quanto si pagherebbe per l’affitto con il vantaggio poi che l’abitazione diventa propria nel corso del tempo.

Scegliere il mutuo più conveniente e adatto alle proprie esigenze può, però, risultare anche abbastanza complesso. Per questo, di seguito una guida online per risparmiare sulla rata.

Quando si decide di chiedere un mutuo, per esempio, non bisogna limitarsi a rivolgersi solo ed esclusivamente all’istituto bancario presso il quale si ha il conto corrente. Questo è, infatti, un comportamento tipico per tanti clienti delle banche che avendo un rapporto fiduciario con l’istituto presso cui hanno il proprio conto, tendono a compiere verso lo stesso tutte le operazioni, compreso chiedere un mutuo. In questo caso, però, la cosa giusta da fare è quella di rivolgersi a più banche e farsi indicare tutte le condizioni in modo da poter scegliere l’offerta migliore.

Un’ottima soluzione è anche quella di visitare vari siti online. Unicredit, per esempio, offre sul proprio sito una specifica sezione dedicata interamente a chi ha bisogno di un mutuo. L’offerta della banca copre una vasta gamma di prodotti in cui non è difficile trovare la soluzione adatta e vantaggiosa. Anche Bnl per l’acquisto della prima casa ha studiato un’ampia gamma di mutui in grado di soddisfare tutti i tipi di aspettative. Chiedendo preventivi nei siti dei vari istituti è possibile confrontare tutte le proposte e anche scoprire ottime offerte. Per usufruire, poi, di ulteriori possibilità di risparmio si consiglia di visitare i link presenti su questo sito.

Una volta raccolte tutte i preventivi, per valutare se un mutuo conviene oppure no, bisogna comparare sempre il TAEG finale. Spesso, infatti, le prime rate del mutuo sono più economiche e rischiano di trarre in inganno rispetto a quella che è la valutazione complessiva che, invece, si deve effettuare.

Sono due gli aspetti fondamentali da considerare nel calcolo del mutuo, ovvero l’ammontare della rata e la durata del prestito. Questi due aspetti sono ovviamente collegati tra loro e quindi ad un mutuo più breve che costa meno in termini di interessi, corrisponderà una rata media maggiore.

Queste due caratteristiche del mutuo devono essere ben bilanciate affinchè il costo complessivo non vada a gravare sul proprio bilancio. In fase di valutazione del mutuo è fondamentale, dunque, valutare entrambi questi due aspetti. Per una valutazione ottimale è meglio ragionare in un’ottica di lungo termine, valutando l’andamento dei tassi, la retribuzione, le probabili o possibili spese future, come per esempio quelle legate ai figli. Unitamente a questo, bisogna tenere in considerazione tutti quegli elementi che possono influire sul reddito. Si tratta di tutte valutazioni utili per non vedervi la casa pignorata per insolvenza.

Un ultimo consiglio prima di stipulare il contratto del mutuo è quello di leggere sempre, e con la massima attenzione, le condizioni prima di sottoscriverlo. E’ buona prassi, inoltre, negoziare con la banca tutto il possibile. Spesso, infatti, unitamente ai costi fissi, possono essere presenti nell’accordo diverse spese non sempre ben motivate, relative magari alle commissioni per la banca.